martedì 25 ottobre 2011

Basta un sillogismo

«Una sola dimostrazione mi colpisce più di cinquanta fatti. Grazie all'estrema fiducia che nutro per la mia ragione, la mia fede non è alla mercé del primo saltinbanco. Pontefice di Maometto, raddrizza gli storpi, fa parlare i muti, restituisci la vista ai ciechi, guarisci i paralitici, resuscita i morti, restituisci agli sciancati le membra che loro mancano, miracolo non ancora mai tentato e, con tuo grande stupore, la mia fede non sarà affatto scossa. Vuoi che divenga un tuo proselito, metti da parte i tuoi giochi di prestigio e ragioniamo. Sono più sicuro dei miei ragionamenti che dei miei occhi. Se la Religione che tu mi annunci è vera, la sua verità può essere messa in evidenza e dimostrata con delle ragioni invincibili. Trovale, queste ragioni. Perché mi assilli con dei prodigi quando per abbattermi non hai bisogno che di un sillogismo? Ti è forse più facile raddrizzare gli storpi che illuminarmi?» Denis Diderot, Pensieri filosofici.
Paradossalmente, deviando il discorso sulla miseria politica italiana, non sono stati sufficienti decine di migliaia di sillogismi per abbattere il regime quasi ventennale dell'abiezione berlusconiana. Nessuna ragione ha potuto abbatterli, dato che sono sempre sopravvissuti fuori di essa. E le risate di Sarkosio sono necessarie, così come lo sguardo di pena della Merkel. L'Italia è il paese più irrazionale d'Europa, potremo inaugurare parchi a tema su questo. Altro che Gardaland, altro che Mirabilandia: siamo lo Stato più paradossale d'Europa, foss'anche solo per la questione vaticana. Ovverosia: fossimo totalmente uno Stato Pontificio, almeno forse saremmo più coerenti, più razionali, a farci governare totalmente dai militi di Cristo. Ma così, in questa perenne incertezza, dopo cinquantanni di tentennamenti, possiamo dire che l'Italia, vista da fuori, è uno Stato comico. Vista da dentro, meno; anzi: il contrario.

3 commenti:

giovanni ha detto...

Non sarei così buono da distinguere stato da popolo.

Luca Massaro ha detto...

Sono stato buono?
:-)

alex ha detto...

"paradossalmente" mica tanto: non siamo la francia. quanti in italia leggono diderot? (eppure ha scritto anche "i gioielli indiscreti" che come lettura dovrebbe almeno incuriosire l'animo italico...)