domenica 25 dicembre 2011

Una morte serena

Sulla morte di Giorgio Bocca posso dire solo che sono contento sia morto senza avere più Berlusconi come presidente del consiglio dei ministri. Mezzo sorriso di soddisfazione, insomma.
Morendo, almeno, Giorgio Bocca non assisterà al fatto che, probabilmente, milioni di italiani renderanno il voto a Berlusconi alle prossime elezioni. 
Non perché la situazione sia rose e fiori e Monti e mari. Giammai. Ma chissà, forse, da un punto di vista meramente estetico, la cosa è migliorata, e di parecchio; lo stomaco digerisce meglio, il fegato svolge la sua funzione senza troppo carico di bile, si bestemmia sul sistema e non sulle facce di merda e inerenti dichiarazioni. O no? Non si sta meglio ora senza Berlusconi al governo? O stavate meglio quando si stava peggio? Maremma schifa, ma la faccia di Sacconi non ve la ricordate? La voce gracchia di La Russa? E l'andamento della voce della Gelmini? Calderoli? Come dimenticare che Calderoli è stato ministro della repubblica, con Bossi e Rotondi e basta, mi fermo col citare, vado subito a lavarmi i denti che m'è venuto, d'un colpo, l'alito cattivo.

3 commenti:

plus1gmt ha detto...

condivido al 100% il tuo punto di vista

Matteo ha detto...

Si sta non meglio, di più! Stra-meglio! Anche se temo e tremo all'idea che stia preparando il colpaccio.

sandra ha detto...

.. e l’aggressività della santanchè, l’offesa alle parole dagli sproloqui inutili di gasparri, il sex parlamento .. (ma come è stato possibile?)
L’eleganza dello stile, i modi educati, le voci pacate non ci risparmieranno i ceffoni .. ma sono necessari come quelli che non ci risparmiavano i nostri genitori, che ci hanno insegnato a rigar diritti e ad aver rispetto del prossimo!