lunedì 11 giugno 2012

Monsieur Mariò Montì, nous avons mal



Françoise Dorléac, ovvero l'arte della seduzione. Guardate come si mette le mani tra i capelli, guardatele gli occhi come dicono e non dicono e le labbra come sussurrano (playback); come si morde il labbro inferiore (2'35" circa) e come se lo sfiora poi con un indice (3'10" circa). E poi la chiusa: guardate come si abbraccia, come si sconvolge i capelli, come - vergognosa - si mette il pollice in bocca...
Non servono siliconi, botox o altre plastiche (vestiti e accessori compresi) per farci precipitare nella vertigine dell'innamoramento - bastano questi semplici (complicatissimi) gesti muliebri e, zac!, serve il paracadute.

2 commenti:

icalamari ha detto...

Ah! Ah! E questo l'avresti dedicato a... Mario?!

Luca Massaro ha detto...

Per sedurlo, sì.