venerdì 5 ottobre 2012

Arresti che suscitano preoccupazione


Mi rincresce che la blogger Yoani Sanchez, il marito e altri attivisti, siano stati arrestati dalle autorità cubane perché volevano andare ad assistere a un processo di cui leggete qui.
Figuriamoci se difendo il regime autoritario di Castro e l'esercizio delle sue paure, con il quale ottiene il contrario di quello che si propone.
Tuttavia, quando sento il nostro ministro degli esteri, Giulio Terzi, così parlare
 "Il fermo di polizia di Yoani Sanchez e del consorte suscita preoccupazione. Mi riconosco pienamente nei diffusi sentimenti di solidarietà che la notizia ha suscitato nella società civile italiana e auspico che l'episodio possa risolversi rapidamente con il rilascio di Yoani e del marito. Ho chiesto alla nostra Ambasciata a L'Avana di seguire da vicino l'evoluzione della vicenda  e ho dato allo stesso tempo disposizioni di compiere gli opportuni passi a Bruxelles affinché l'Unione Europea innalzi il suo livello di attenzione e valuti eventuali iniziative nel quadro dell'azione condotta in tema di rispetto dei diritti umani a Cuba"
ho un sussulto, giacché se il ministro degli esteri cubano dicesse.
 "Il fermo di polizia di Franco Fiorito suscita preoccupazione. Mi riconosco pienamente nei diffusi sentimenti di solidarietà che la notizia ha suscitato nella società civile cubana e auspico che l'episodio possa risolversi rapidamente con il rilascio di Fiorito. Ho chiesto alla nostra Ambasciata a Roma di seguire da vicino l'evoluzione della vicenda  e ho dato allo stesso tempo disposizioni di compiere gli opportuni passi a Bruxelles affinché l'Unione Europea innalzi il suo livello di attenzione e valuti eventuali iniziative nel quadro dell'azione condotta in tema di rispetto dei diritti umani in Italia".
avrebbe lo stesso spiccicato valore.
Oh, certo: Fiorito è una merda e la Sanchez un fiore, ma entrambi sono fatti dello stesso impasto di umanità.

7 commenti:

Hombre ha detto...

Sì, ma quanto cuba Fiorito?

Balqis De Cesare ha detto...

ma sta una blogger sola a cuba o e' perche' la pubblica La Stampa ?
la nostra ambasciata che segue la vicenda ricorda un po' Napolitano che seguiva Sallusti

Olympe de Gouges ha detto...

si occupassero di questo:
http://www.corriere.it/cronache/11_luglio_23/india-italiani-ergastolo_8dd64dd0-b540-11e0-9870-5546c4221366.shtml

Simone ha detto...

Quali diritti umani sarebbero stati violati arrestando Fiorito?

Se sta contestando il diritto di un ministro degli esteri di preoccuparsi del rispetto dei diritti umani in un altro stato e' liberissimo di farlo ma deve essere coerente e farlo sempre e comuque: il Ruanda?? chis e frega, la Bosnia?? chi se ne frega..la Siria che mi interessa?? ecc ecc

Fahrenheit451 ha detto...

C'è una differenza fondamentale però, e non estetica, tra i due arrestati: l'una è dissidente, l'altro è dissipante...
;)

riccoespietato ha detto...

eh... carromero si che è un perseguitato politico... un martire, direi. ha esportato a cuba la libertà di spetasciarsi in macchina con zero punti sulla patente.

Luca Massaro ha detto...

Grazie dei vostri commenti. Per rispondere a tutti ho scritto un post sul Fioritone.