sabato 2 marzo 2013

In attesa della guerra civile

Letterina aperta a Beppe Grillo

"Per quanto mi riguarda, lo ripeto per l'ultima volta, il M5S non darà la fiducia a nessun governo (tanto meno a un governo Pd-Pdl), ma voterà legge per legge in accordo con il suo programma". [Ansia]

Per quanto mi riguarda, Beppe, ti dico le mie impressioni: affinché il M5S possa, eventualmente, «votare legge per legge in accordo col suo programma» ad un governo, occorre che un governo la repubblica italiana se lo dia, e per darselo occorre la fiducia in Parlamento. Per tali motivi, ti domando: se nel programma di governo (proposto, giocoforza, dal Pd) ci sono, a chiare lettere, indicati dei punti del programma coincidenti con quelli del M5S, che potrebbero diventare legge, mi spieghi perché non lo faresti nascere questo tipo governo, sempre ricorrendo poi al ricatto che se i punti del programma non diventano legge, i parlamentari M5S gli tolgono subito la fiducia? Insomma: mi spieghi qual onta farebbe ricadere sul Movimento la fiducia?
Sappi che, se non si potrà dare alcun governo, non si realizzerà alcuna legge auspicata dal M5S, ora e subito, questo lo capisce anche uno che prima credeva a Berlusconi e ora crede a te.
Dunque, se il M5S non voterà la fiducia, poche chiacchere: il vostro obiettivo politico è di ritornare il prima possibile alle elezioni senza che alcun governo abbia potuto nascere nella presente legislatura.
In tutto questo, la cosa di cui fin d'ora ti accuso formalmente, e visceralmente, è che, se si terranno nuove elezioni nel breve periodo, alla Camera vincerà di sicuro Berlusconi, e al Senato, se ci sarà uno stallo simile, Berlusconi corromperà quel residuo di senatori del centro, e diventerà lui il presidente della repubblica. E la Via Lattea maledirà te che non avrai capito questo semplice giochino da farabutti che quelli del Pdl sono tutti in fremito di fare.
Ricorda: il travaso elettori Pdl-Lega è già avvenuto, più di così non ti sarà dato avere dal quel bacino elettorale, anche perché, nel frangente, Berlusconi acquisterà nuova linfa dalla situazione, e tu sai benissimo che, nel presunto «tutti sono uguali tutti rubano alla stessa maniera», lui è quello che non è uguale, lui è il pericolo principale di questa cazzo di nostra repubblica.
Infine, sai cosa penso? Che il giorno stesso della manifestazione berlusconiana contro la magistratura dovresti andare a Napoli anche tu - e, magari, anche il Pd - in una piazza limitrofa, così, per vedere chi ce l'ha più grossa la piazza. E se poi dovrà essere sangue, sangue sia.

P.S.
Luca De Biase è molto più ragionevole e gentile di me nello scrivere lettere (1, 2)

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Secondo me più che auspicare che non si formi nessun governo auspica che si formi un governo pd-pdl che porti il paese alle urne presto (e allora di nuovo giù a dire inciucioni corrotti e falsi) e non credo che a quel punto vincerebbe Berlusconi ma rischierebbe di vincere Grillo. Comunque ha già organizzato una manifestazione con i notav in val di susa il 23 marzo.

Luca Massaro ha detto...

Ok, quello che non arrivo a capire è come non riesca a capire che, prima dell'impossibilità di un governo, occorre eleggere presidenti camera e senato e - speriamo in questa legislatura "bloccata" - persino il presidente della repubblica, che - ripeto - a maggioranza della camera pdl sarebbe diventato berlusconi.

Anonimo ha detto...

Sono d'accordo con Lucas,a Beppe vorrei dire ciò che mio nonno soleva ripetermi ogni tanto e cioè:"Se entri in una sala da Ballo è per ballare e non per stare a guardare,se poi non ti piace ballare allora vai al Cinema li si deve solo guardare"

Gabry garbal Costa ha detto...

analisi (quasi) lapalissina di quel che avverrà se Grillo non rimpiansa un attimo alla sua strategia *Guerra civile* fra i poveri,ovvio

brumig ha detto...

Brumig
la fortuna non passa due volte, è facile prevedere che se m5s non approfitta del miracolo realizzato, e approva le leggi anticasta tanto desiderate, ci saranno tantissimi elettori non grillini che hanno vototato m5s non lo rivoteranno..non vorrei avere il Berlusca presidente della Rep.