sabato 13 aprile 2013

Continuiamo a volergli bene

Stavo per scrivere un ennesimo post in reazione a una letterina che forzasilvio mi ha spedito e poi ho cancellato tutto.
Voglio disintossicarmi. Silvio non esiste, è diafano e pallido come uno stronzo prodotto da una alimentazione in bianco. Non voglio più fare l'amore con il sapore, meglio il sapone, chi non salta, chi non salta, volete voi, volete voi, ti rendi conto, no.
Non mi rendo conto io non mi rendo conto è un mio limite e basta.
È bene lasci perdere, perché qualsiasi spiegazione del perché Berlusconi sia ancora vivo e lotti insieme a noi non fa che accrescere lo stato di dipendenza dalla droga chiamata Silvio.

Proviamo a dire: Silvio Berlusconi non esiste, è solo un frutto della mia immaginazione.
Ripeto, ché giova: Silvio Berlusconi non esiste, è solo un frutto della mia immaginazione.
Funziona?
No.

E pensare che ha chiuso la letterina perbene:

Vi voglio bene, e anche voi continuate a volermi bene!
Viva l’Italia, Forza Italia, Viva il Popolo della Libertà! 

Ecco, ci voleva, per la rima: vaffanculo, va’.

4 commenti:

Balqis De Cesare ha detto...

Sono andati a Bari lui e Francesca con il cagnolino, da cui lui ormai non si separa più .
Che romantici .
Perchè non riesco a trovare un fidanzato così ?

silvia ha detto...

il problema non è l'esistenza di silvio, chè tanto prima o poi morirà,
quanto l'infiltrazione della silviculite nel dna degli italiani.
una specie di mutazione cromosomica.
a dispetto delle previsioni del buon montanelli.

siu ha detto...

Non so quanto Silvio sia un'infiltrazione, o quanto piuttosto un'emanazione degl'Italiani.
Di sicuro con la sua corazzata televisiva ha prodotto un'ulteriore, venefica e abnorme mutazione in quel che non ha mai smesso di ri-inoculare nel dna dei suoi compatrioti.

Anonimo ha detto...

Perche non:)