venerdì 12 aprile 2013

La mia mente è turbodiesel

È entrato in moto da alcuni giorni il meccanismo desiderante, relativo a bassi desideri oggettuali, un'auto nuova nella fattispecie, dacché dovrei cambiare auto, l'attuale che uso è “vecchia” in tutti i sensi, e giro per i concessionari, e richiedo preventivo, valuto, pondero, ma - nei limiti circostanziati del debito che mi sento d'intraprendere (< 9.000 €) - più o meno ho individuato l'auto del desiderio, quella su cui vertono le preferenze e che gratificherebbe l'irrequietezza.
Da sempre, ovvero da quando predispongo di una linea di credito, il mio desiderio delle merci è regolato dagli stessi criteri. Dal primo computer (Apple MacIntosh Performa), alla prima auto pagata a rate (VW Passat Td '95 usata), tutto si svolge secondo le medesime agitazioni. La mente viene invasa dal tarlo del desiderio oggettuale e solo la sua soddisfazione può sanare la pseudo ossessione. Anche ora, porca puttana, per quanto mi sforzi, sono dieci giorni e più che, per gran parte della veglia, i pensieri sono tutti incentrati sulla meraviglia del motore Renault 1,5 litri turbodiesel a 75 Cv. Sono scemo. Sono i momenti in cui mi sento uno zimbello, in cui dubito della mia autonomia, della mia presunta ragionevolezza, in cui già so, col senno di poi, quanto mi sentirò coglione. 
Ma tant'è. Almeno non è amore (oh, l'amore! Te lo ricordi? Poco.), solo una sbandata legata all'oggetto che meglio rappresenta la presa per il culo del sistema capitalistico: l'automobile.
E so già esattamente che, quale che sia l'auto che prenderò (nuova o usata), basteranno pochi chilometri perché tutto questo spasimo svanisca - e non avrà portato il menomo godimento di un orgasmo.

4 commenti:

Fahrenheit451 ha detto...

Non sei scemo; hai bisogno di una macchina nuova.
E par di capire che tu ti concentri sul motore, mica sulla cromaturina dello specchietto o se è più figo il cerchio a tre raggi o quello a otto, nel qual caso saresti effettivamente scemo...
Del resto, "la macchina" sarà anche "l'oggetto che meglio rappresenta la presa per il culo del sistema capitalistico", ma oggi come oggi è parecchio difficile poterne fare a meno.
In ogni caso io con le Renault mi son sempre trovato strabene.. :)

riccoespietato ha detto...

prova una motocicletta, la soddisfazione dura di più. :)

alex grossini ha detto...

Ma una moto? Non dico una Harley ma moto ne trovi

Luca Massaro ha detto...

Innanzitutto, scusatemi il lasso di tempo di pubblicazione vostri commenti, ma questa moderazione è incredibile: di colpo è diminuito il 90% dello spam.

@Fahre.
Grazie. Penso di prendere una twingo nuova diesel sfruttando la rottamazione mia vecchia twingo.

@rs e Alex
non sono troppo da moto, con questo lungo inverno poi.
Soprattutto: ho bisogno di un veicolo che abbia almeno 4 posti, altrimenti credo avrei desiderato una Twizy (Renault).