mercoledì 24 dicembre 2014

Natura morta italiana

Inea
«In questo rapporto la politica di embargo attuata dalla Russia viene analizzata su tre livelli: il primo capitolo offre una panoramica degli effetti dell'embargo a livello europeo e del posizionamento dell'Italia all'interno di tale contesto, con una rassegna delle politiche adottate dall'UE per sostenere i settori colpiti dalle restrizioni commerciali russe. Nel secondo capitolo l'analisi si concentra sul nostro paese, con il dettaglio degli effetti dell'embargo a livello merceologico e territoriale; vengono, inoltre, analizzati gli andamenti degli scambi agroalimentari italiani nei primi mesi successivi all'introduzione dell'embargo. Infine, nell'ultimo capitolo, vengono svolte delle simulazioni tramite modelli ex-ante per valutare eventuali scenari futuri di impatto dell'embargo.»

Artdaily
«Painted just after his arrival in Rome in 1591, Michelangelo Merisi da Caravaggio’s Boy peeling a fruit may be the artist’s earliest known work (estimate: $3,000,000-5,000,000). The painting maintains the hallmark elements that would revolutionize the art world and make Caravaggio one of the most innovative and recognizable artists in history. It exemplifies the early style of the artist, a visionary, whose interpretations of deceptively simple subjects continue to shape the course of art history. A young boy, seemingly painted from life, sits at a table peeling a Seville or Bergamot orange that he has selected from a bunch of fruit and shafts of wheat laid out before him. The composition is conceived with the dramatic chiaroscuro that is one of the defining characteristics of Caravaggio’s style, which would fascinate and inspire generations of painters from Giuseppe Ribera, Artemisia Gentileschi and Gerard van Honthorst to contemporary artists such as Frank Stella, Cindy Sherman and Vik Muniz. Rich in evocative lighting and meditative mood, Boy peeling a fruit conveys with quiet power a seemingly mundane moment that is moving in its intimacy. Caravaggio’s forceful naturalism was one of the most revolutionary qualities of his style, as can be seen in his lavish attention to rendering the still-life elements. Boy peeling a fruit has an illustrious provenance, having belonged to Sir Joshua Reynolds in the late 18th century. Additionally, the painting has significant exhibition history, having been included in the definitive 1985 show The Age of Caravaggio at New York’s Metropolitan Museum of Art and Naples’ Museo Nazionale di Capodimonte, and the 2001 The Genius of Rome exhibition at London’s Royal Academy of Arts and Rome’s Palazzo Venezia. Works by Caravaggio are extraordinarily rare to the market and this painting was last on the auction block in 1976 in London.» 

2 commenti:

Lisa Miller ha detto...

E' sorprrendente il modo in cui hai saputo unire due settori così distanziati (economia ed arte)per trasmettere un messaggio ben preciso.
Tutto made in Italy, a parte (la voluta) descrizione e storia in lingua inglese del quadro, a sottolineare, paradossamlmente, il valore che questo paese può/potrebbe rappresentare.
forse la mia interpretazione è errata, in tal caso, mi perdonerai. Ma ho apprezzato molto ciò che ho letto e ricevuto leggendo.

p.s.
anche Cindy Sherman è stata influenzata da Caravaggio? Dovrò guardare meglio le sue fotografie : )

Luca Massaro ha detto...

La tua interpretazione, Lisa, non è errata, ma amplifica il senso del post.
Grazie