domenica 2 luglio 2017

Quando guardo a sinistra

Ultimamente, quando guardo a sinistra, mi sento come uno che guarda passare i treni e non ci sale, perché sa in anticipo che la destinazione è un binario morto.

Ultimamente, quando guardo a sinistra, mi sposto a destra, ma non perché sposo la destra, bensì perché lascio la sinistra sul posto, allontanandomene, irreversibilmente.

Ultimamente, quando guardo a sinistra, comprendo la freccia del tempo. La sinistra dei rimpianti (che io non ho onestamente mai avuto modo di rimpiangere) non ritornerà mai a essere quella sinistra che lampeggia ogni tanto nei ricordi dei nostalgici e nel brontolio susseguente della prole che sentenzia: «Babbo, mi ha rotto i coglioni con questo Berlinguer».

Ultimamente, quando guardo a sinistra, vedo molte persone della sinistra di governo impegnate a dire che fanno cose di sinistra, anche quando fanno l'elemosina.

Ultimamente, quando guardo a sinistra, penso a Repubblica, capirete.

Ultimamente, quando guardo a sinistra, perdo l'orientamento, apro maps, scrivo “sinistra” e mi appare Sinistra, Ecologia e Libertà via delle Porte Nuove: capirete.

Ultimamente, quando guardo a sinistra, constato che dal 2013, in varie versioni, il Partito Democratico, forte di una maggioranza parlamentare ottenuta in vizio di una legge porcata, governa - e io mi dico che cazzo guardo a sinistra a fare.

Ultimamente, quando guardo a sinistra, penso che non ci sia più alcuna sensatezza nel dire sinistra, giacché dentro i confini del sistema economico e politico (politico ed economico) vigente, il senso della politica è non far mancare pasti alla belva (e la belva va affamata prima che ci divori tutti).

Ultimamente - e sia l'ultimo ultimamente - quando guardo a sinistra, osservo la mia mano sinistra e le chiedo perdono perché le ho quasi sempre preferito Federica.

5 commenti:

ReAnto R ha detto...

Io vomito

Luca Massaro ha detto...

Aspetta che ti preparo un po' di acqua con limone e bicarbonato.

Marino Voglio ha detto...

un neo o post o ultra malthusiano (così mi schiero anche rispetto al battibecco di ieri, via) osserverebbe che "l'unica mossa vincente è non giocare".

Anonimo ha detto...

Ultimamente quando guardo a sinistra è perché a destra ho già vomitato tutto e non c'è limonata acida che tenga, che faccio sto al centro e voto Doggy doggy save the puppies?

Luca Massaro ha detto...

Non posso dirti quello che fare, posso dirti soltanto quello che farò: alle prossime elezioni politiche, non mi avvarrò del mio diritto di voto.