lunedì 23 aprile 2018

C'è decile e decile

«Si allarga il divario in Italia tra chi ha redditi più alti e chi non riesce ad arrivare alla fine del mese: il decile più povero della popolazione - secondo le tabelle appena pubblicate da Eurostat - nel 2016 poteva contare infatti appena sull'1,8% dei redditi. Complessivamente quasi un quarto (il 24,4%) del reddito complessivo era percepito da appena il 10% della popolazione. Rispetto al 2008, anno nel quale è iniziata la crisi, il decile più benestante ha accresciuto la sua quota di reddito (23,8%) mentre quello più povero ha registrato un crollo (era il 2,6%).» Ansa

Oramai, da anni, la pubblicazione di simili tabelle non scandalizza più nessuno. Così è, ma perché così sia, nessun lo sa (ci si rifiuta di saperlo). Viene sempre chiamata in causa la perdurante crisi economica, senza peraltro specificare perché essa sia permanente e insuperabile, e senza neanche spiegare perché essa precipiti un decile nella povertà e, di contro, la ricchezza di un altro decile aumenti.

A proposito: ma che cos'è, in concreto, un decile? Da un vocabolario apprendo che esso è una unità di misura statistica:

Decile: STAT Ciascuno dei valori che dividono un insieme di elementi in dieci sottoinsiemi successivi, ognuno dei quali contiene lo stesso numero di elementi.

Dunque, se non sbaglio (e se sbaglio ditemelo) il decile più povero della popolazione è costituito dallo stesso numero di individui del decile più benestante.
Eppure in Italia i ricchi sono pochissimi; mentre i poveri sono una moltitudine (redditi Irpef 2016: sotto 15 mila euro quasi un contribuente su due).
Come sta la faccenda?

2 commenti:

alex grossini ha detto...

magari non stanno contando il numero di persone per ciascun decile, ma hanno diviso i redditi in 10 fasce: in questo modo possono calcolare che la stragrande maggioranza di quelli che rientrano nel decile di redditi più basso, alla fine assommano l'1,8% dei redditi totali. Cioè anche se sono tanti, la loro parte della torta è così piccola per ciascuno che anche mettendole tutte assieme non fanno una fetta percepibile.
Dall'altra parte, quelli che stanno nel decile più alto anche se sono pochi hanno così tanto reddito ciascuno che sommandoli raggiungono oltre 1/4 della torta

Luca Massaro ha detto...

mi sembra che il tuo ragionamento non faccia una piega. Grazie mille decili